Osservatorio Agrobusiness

Biostimolanti: il punto di vista degli agricoltori

L’indagine evidenzia come l’utilizzo dei biostimolanti si estende a un’ampia gamma di colture, con predominanza delle orticole e della vite.
germoglio-agrobusinessLe ditte italiane, protagoniste di primo piano del mercato dei biostimolanti, hanno sviluppato e consolidato un solido know how di ricerca e sviluppo e sono ora impegnate nella fase di sviluppo commerciale, sia in Italia sia (soprattutto) all’estero.

E gli agricoltori italiani? Come si rapportano a questa vivace evoluzione tecnica?

Leggi l’articolo pubblicato su “L’Informatore Agrario n° 36/2018,

al seguente link: Biostimolanti – Indagine 2018

Semine autunno-vernine: più orzo e tenero, meno duro: la ricerca sulle intenzioni di semina 2018

Per le prossime semine i cerealicoltori italiani sarebbero più orientati verso grano tenero e orzo rispetto al duro, scelta che trova motivazione nell’attuale andamento dei prezzi. I contratti di coltivazione, inoltre, non sembrano essere al centro dei pensieri delle aziende agricole. autunno-gradvisory

Al link la ricerca condotta da GR ADVISORY che, rivolgendosi a un panel di 4.000 aziende agricole, ha indagato le intenzioni di semina, i fattori che guidano le scelte e le dinamiche delle principali colture. 

 

L’articolo pubblicato su “L’Informatore Agrario” n° 35/2018, è visualizzabile qui:

  Semine Autunno – Vernine 2018

AGGIORNAMENTI AGROFARMACI – Novità regolatorie del 5 novembre 2018

IN EVIDENZA

Kresoxim-metile + Penconazolo

Tokra: originale miscela fungicida di Sapec a base di Penconazolo e Kresoxym-metile dotato di attività sistemica e di contatto specifico per il controllo dell’oidio o mal bianco e del marciume nero o Black-rot della Vite.

Kresoxim-metile + Difenoconazolo

Kresostar: originale miscela fungicida di Sapec a base di Difenoconazolo e Kresoxym-metile dotato di attività sistemica e di contatto specifico per il controllo di Ticchiolatura delle Pomacee e Maculatura bruna del Pero.

LIVELLI MASSIMI DI RESIDUI (LMR)

– REGOLAMENTO (UE) 2018/1514 DELLA COMMISSIONE del 10 ottobre 2018 che modifica gli allegati II, III e IV del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di abamectina, acibenzolar-s-metile, clopiralid, emamectina, fenexamide, fenpirazamina, fluazifop-P, isofetamid, Pasteuria nishizawae Pn1, talco E553B e tebuconazolo in o su determinati prodotti Leggi qui le modifiche

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)

Il prodotto Ibisco, a base di COS-OGA, ha ottenuto l’estensione di impiego su rucola in coltura protetta e in pieno campo contro la Peronospora, per un periodo di 120 giorni, dal 18 ottobre 2018 al 14 febbraio 2019.

Il prodotto Zoxium 240 SC, a base di zoxamide, ha ottenuto l’estensione di impiego su rucola e valerianella (incluse baby leaf) in coltura protetta e su spinaci e simili (incluse baby leaf) in pieno campo e in coltura protetta, contro la Peronospora, per un periodo di 120 giorni, dal 18 ottobre 2018 al 14 febbraio 2019.

 

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili su: http://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

AGGIORNAMENTI AGROFARMACI – Novità regolatorie del 25 ottobre 2018

IN EVIDENZA

2,4-D + Bromoxinil ottanoato

Buctril Universal: l’erbicida di Bayer ha ottenuto il rinnovo dell’autorizzazione con estensione di impiego su triticale.

Acibenzolar-S-methyl

Bion 50 WG: il prodotto di Syngenta, attivatore delle autodifese della pianta, ha ottenuto l’estensione di impiego su actinidia per il controllo del cancro batterico (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae).

Difenoconazolo + Fluxapyroxad

Dagonis: il fungicida di Basf ha ottenuto l’estensione di impiego in serra su pomodoro, peperone, cucurbitacee (cetrioli, cetriolini, zucchne), lattughe e fragola.

Diquat

Sostanza attiva revocata per mancato rinnovo dell’approvazione europea, ai sensi del regolamento (UE) 2018/1532.

Gli Stati membri revocano le autorizzazioni dei prodotti fitosanitari contenenti diquat entro il 4 maggio 2019.

L’eventuale periodo di tolleranza concesso dagli Stati membri è il più breve possibile e scade entro il 4 febbraio 2020.

Fludioxonil + Sedaxane

Celest Power: nuovo fungicida liquido di Syngenta per concia industriale delle sementi di frumento, orzo, triticale, avena e segale.

Pymetrozine

Sostanza attiva revocata per mancato rinnovo dell’approvazione europea, ai sensi del regolamento (UE) 2018/1501.

Gli Stati membri revocano le autorizzazioni dei prodotti fitosanitari contenenti pymetrozine entro il 30 aprile 2019.

L’eventuale periodo di tolleranza concesso dagli Stati membri è il più breve possibile e scade entro il 30 gennaio 2020.

Spirotetrammato

Movento 48 SC: l’insetticida di Bayer ha ottenuto il rinnovo dell’autorizzazione con estensione d’impiego su carciofo, kaki, cipolla, scalogno, fragola in serra e afidi del ciliegio.

Tiram

Sostanza attiva revocata per mancato rinnovo dell’approvazione europea, ai sensi del regolamento (UE) 2018/1500.

Gli Stati membri revocano le autorizzazioni dei prodotti fitosanitari contenenti tiram entro il 30 gennaio 2019.

L’eventuale periodo di tolleranza concesso dagli Stati membri è il più breve possibile e scade entro il 30 aprile 2019 per i prodotti fitosanitari usati per l’applicazione sulle foglie e il 30 gennaio 2020 per gli altri prodotti fitosanitari, compresi quelli usati per la concia delle sementi.

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)

Il prodotto Verimark 2018, a base di cyantraniliprolo, è stato autorizzato su alcune colture orticole in pieno campo e coltura protetta (pomodoro, peperone, cetriolo, zucchino, melone) per applicazioni radicali mediante impianti di irrigazione a goccia per il controllo di Bemisia tabaci (aleirodide delle solanacee) e Trialeurodes vaporariorum (aleirodide delle serre), dal 10 ottobre 2018 al 29 dicembre 2018.

Il prodotto Vacciplant, a base di laminarin, ha ottenuto l’estensione di impiego su rucola baby leaf contro la Peronospora per un periodo di 120 gg., dal 18 ottobre 2018 al 14 febbraio 2019.

Alla pagina http://www.bdfagro.it/bdf2518.htm è possibile scaricare un nuovo aggiornamento di BDF banca dati agrofarmaci.

 

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili su: http://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

AGGIORNAMENTI AGROFARMACI – Novità regolatorie del 28 settembre 2018

IN EVIDENZA

Aclonifen

Challenge: l’erbicida di Bayer a base di aclonifen ha ottenuto l’estensione su carciofo, fava, cece, lupino, lenticchia, favino, peperone, finocchio, cipolla, aglio, scalogno. (Decreto 5 settembre 2018)

Fenamidone

A causa del mancato rinnovo dell’approvazione della sostanza attiva fenamidone i corrispondenti formulati commerciali sono revocati a decorrere dal 14 febbraio 2019. Commercializzazione e vendita delle scorte consentita fino al 14 maggio 2019. Utilizzo consentito fino al 14 novembre 2019. (Comunicato 8 agosto 2018)

Glufosinate ammonio

A seguito della scadenza del periodo di approvazione della sostanza attiva glufosinate i corrispondenti formulati commerciali (Basta 200) sono revocati a fard data dal 1 agosto 2018. Commercializzazione e vendita delle scorte consentite fino al 31 gennaio 2019. Utilizzo consentito fino al 31 luglio 2019. (Comunicato 31 luglio 2018)

Imidacloprid

Il regolamento (UE) 2018/783 del 29 maggio 2018 ha modificato le condizioni di approvazione della sostanza attiva imidacloprd introducendo le seguenti limitazioni “Possono essere autorizzati solo gli usi come insetticida in serre permanenti o per la concia di sementi destinate a essere utilizzate soltanto in serre permanenti. La coltura così ottenuta deve rimanere all’interno di una serra permanente durante il suo ciclo di vita completo.

Le autorizzazioni dei prodotti a base di imidacloprid sono state pertanto adeguate alle nuove norme e limitate all’utilizzo in serre permanenti sulle seguenti colture: fragola, pomodoro, melanzana, peperone, cucurbitacee, fagiolino, fagioli, floreali e ornamentali. L’utilizzo delle scorte è consentito fino al 19 dicembre 2018. (decreto 19 settembre 2018 Adama Italia – AAKO, Bayer Cropscience, Cheminova Agro Italia, Nufarm Italia, Sapec Agro Italia, Sharda Cropchem Ltd, UPL Europe)

Tau-fluvalinate

Gli insetticidi di Adama a base di tau-fluvalinate: Evure, Klartan 20 EW, Mavrik 20 EW, Mavrik EW, Megic 240 e Tau-AL 240 EW, hanno ottenuto l’estensione su agrumi (arancio, mandarino, clementino, limone, limetta, pompelmo) e ciliegio. (Decreto 18 settembre 2018)

Thiametoxam

Il regolamento (UE) 2018/785 del 29 maggio 2018 ha modificato le condizioni di approvazione della sostanza attiva thiametoxam introducendo le seguenti limitazioni “Possono essere autorizzati solo gli usi come insetticida in serre permanenti o per la concia di sementi destinate a essere utilizzate soltanto in serre permanenti. La coltura così ottenuta deve rimanere all’interno di una serra permanente durante il suo ciclo di vita completo.”

Le autorizzazioni dei prodotti a base di thiametoxam sono state pertanto adeguate alle nuove norme e limitate all’utilizzo in serre permanenti sulle seguenti colture: pomodoro, melanzana, peperone, cetriolo, zucchino, melone, cocomero, cavolo broccolo, lattuga, scarola, cicoria, indivia, radicchio, floreali e ornamentali, vivai di arboree ed arbustive non in produzione. L’utilizzo delle scorte è consentito fino al 19 dicembre 2018. (decreto 19 settembre Syngenta Italia)

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)

Il prodotto Agrorat Grano 27, a base di bromadiolone, è stato autorizzato per la difesa da topi e arvicole che infestano le aree agricole: nuovi impianti di colture frutticole arboree (pomacee, drupacee, vigneti, cespugli di piccoli frutti), dal 12 settembre 2018 al 28 gennaio 2019.

Il prodotto 3Logy, a base di eugenolo + geraniolo + timolo, ha ottenuto l’estensione d’impiego sulla coltura melograno in post raccolta contro botrite, per un periodo di 120 giorni dal 19 settembre 2018 al 16 gennaio 2019.

Alla pagina http://www.bdfagro.it/usi-emergenza-2018.htm potete consultare una tabella riepilogativa delle autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria approvate nel 2018, ordinate per coltura, realizzata in collaborazione con Floriano Mazzini e la redazione de L’Informatore Agrario.

 

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili su: http://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

AGGIORNAMENTI AGROFARMACI – Novità regolatorie del 9 agosto 2018

IN EVIDENZA

Lambda-cialotrina

Decreto 26 luglio 2018 Adeguamento dell’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (UE) 2018/960, a base della sostanza attiva lambda-cialotrina, a nome dell’Impresa OXON ITALIA SpA.

Decreto 26 luglio 2018 Adeguamento dell’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (UE) 2018/960, a base della sostanza attiva lambda-cialotrina, a nome dell’Impresa Syngenta Italia SpA.

 

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)

Il prodotto Altacor, a base di clorantraniliprolo, ha ottenuto l’estensione su cavolo nero, per combattere le avversità M.brassicae, P. brassicae, P.rapae e P. xylostella, per un periodo di 120 giorni, dal 25 luglio al 21 novembre 2018.

Il prodotto Ampligo, a base di lambda-cialotrina e clorantraniliprolo, ha ottenuto l’autorizzazione per il controllo delle nottue Gortyna xanthenes ed Helicoverpa armigera su carciofo, coltura già autorizzata, dal 10 luglio al 6 novembre 2018.

Il prodotto Biopiren Plus, a base di piretrine, ha ottenuto l’estensione d’impiego su nocciolo, melo e pero (colture già autorizzate) contro l’avversità Halyomorpha halys per un periodo di 120 giorni, dall’11 luglio al 7 novembre 2018.

Il prrodotto Challenge, a base di aclonifen, ha ottenuto l’estensione di impiego su carciofo, per un periodo di 120 gg., dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Coragen, a base di clorantraniliprolo, ha ottenuto l’estensione su vite da vino (coltura già autorizzata) per combattere l’avversità Cryptoblabes gnidiella per un periodo di 120 giorni, dal 25 luglio al 21 novembre 2018.

Il prodotto Devrinol F, a base di napropamide, ha ottenuto l’estensione d’impiego sulla coltura del basilico e basilico da seme per il controllo delle infestanti, per un periodo di 120 giorni, dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Epik SL, a base di acetamiprid, ha ottenuto l’autorizzazione contro Popillia Japonica sulle colture pomacee, drupacee, vite, lampone, more di rovo, floreali e ornamentali, per un periodo di 120 giorni, dal 25 luglio al 21 novembre 2018.

Il prodotto Epik SL, a base di acetamiprid, ha ottenuto l’autorizzazione su soia contro contro Halyomorpha halys, per un periodo di 120 giorni, dall’11 luglio 7 novembre 2018.

Il prodotto Exalt 2018, a base di spinetoram, è stato autorizzato su more di rovo, mirtilli, lampone e ribes per il controllo dei principali parassiti, dal 17 luglio al 28 settembre 2018.

Il prodotto Goal 480 SC, a base di oxifluorfen, ha ottenuto l’estensione di impiego su cipolla per un periodo di 120 gg., dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Isomate C LR Mister 1.0 2018, a base di feromoni, è stato autorizzato per la lotta contro Cydia pomonella (Carpocapsa) Adoxophyes orana (Capua), Pandemis heparana e altre tortrici ricamatrici con il metodo della confusione sessuale (bombole aerosol), dall’11 luglio al 7 novembre 2018.

Il prodotto Lizocin, a base di propiconazolo, ha ottenuto l’estensione d’impiego su tappeti erbosi (coltura già autorizzata) ad uso sportivo contro Sclerotinia homoeocarpa, Helminthosporium spp, oidio e ruggini per un periodo di 120 giorni, dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Movento 48 SC, a base di spirotetrammato, ha ottenuto l’estensione di impiego su pomodoro (coltura già autorizzata) per il controllo degli acari, per un periodo di 120 giorni, dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Naturalis, a base di beauveria bassiana, ha ottenuto l’estensione su patata contro Elateridi per impiego con ala gocciolante (manichetta), per un periodo di 120 gg., dal 1 giugno al 28 settembre 2018.

Il prodotto Prev-Am-Plus, a base di olio essenziale di arancio dolce, ha ottenuto l’estensione di impiego su melo e pero contro ticchiolatura e su olivo contro Philaenus spumarius per un periodo di 120 giorni, dal 28 giugno al 25 ottobre 2018.

Il prodotto Prosaro, a base di tebuconazolo e protioconazolo, ha ottenuto l’estensione d’impiego su mais contro Helminthosporium turcicum, Fusarium spp., per un periodo di 120 giorni, dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Score 25 EC, a base di difenoconazolo, ha ottenuto l’estensione su prezzemolo in pieno campo per il controllo di Septoria spp., per un periodo di 120 gg., dal 25 luglio al 21 novembre 2018.

Il prodotto Thiopron, a base di zolfo, ha ottenuto l’estensione di impiego sulla coltura del riso per il controllo de brusone, per un periodo di 120 giorni, dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Vertimec EC, a base di abamectina, ha ottenuto l’estensione di impiego sul nocciolo per il controllo di Phytoptus avellanae, Panonychus ulmi, Eotetranychus carpini, per un periodo di 120 giorni, dal’11 luglio al 7 novembre 2018.

 

Alla pagina http://www.bdfagro.it/usi-emergenza-2018.htm potete consultare una tabella riepilogativa delle autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria approvate nel 2018, ordinate per coltura, realizzata in collaborazione con Floriano Mazzini e la redazione de L’Informatore Agrario.

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili su: http://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

AGGIORNAMENTO AGROFARMACI – Novità regolatorie del 13 luglio 2018

IN EVIDENZA

Cletodim

I prodotti Select e Centurion 240 Neo (ex Centurion 240 EC) sono stati ri-registrati con estensione di impiego sulle seguenti colture: girasole, riso, patata, carciofo, erba medica, carota, cipolla, vite.

Decreto 4 luglio 2018 (ri-registrazione)

Clothianidin, Imidacloprid, Thiametoxam

I regolamenti (UE) 2018/784, 2018/783 e 2018/785 hanno modificato, rispettivamente, le condizioni di approvazione delle sostanze attive clothianidin, imidacloprid e thiametoxam, introducendo le seguenti limitazioni: “Possono essere autorizzati solo gli usi come insetticida in serre permanenti o per la concia di sementi destinate a essere utilizzate soltanto in serre permanenti. La coltura così ottenuta deve rimanere all’interno di una serra permanente durante il suo ciclo di vita completo.”

I comunicati sotto indicati, cui ha fatto seguito una nota ministeriale esplicativa, hanno revocato a decorrere dall’11 luglio 2018:

– i prodotti fitosanitari che riportano in etichetta esclusivamente utilizzi non conformi alle nuove disposizioni e quindi privi di usi in serra: Dantop 50 WG (clothianidin), Imidachem e Aphids 200 (imidacloprid) e Luzindo (thiametoxam), con possibilità di commercializzazione e vendita fino al 19 settembre 2018 e utilizzo consentito fino al 19 dicembre 2018;

– i seguenti prodotti concianti: Poncho Bianco e Poncho Beta (clothianidin); Gaucho 70 WS, Nuprid 600 FS e Lotus 600 FS (imidacloprid); Cruiser 70 WB BN, Cruiser 70 WS, Cruiser 350 FS e Cruiser 600 FS SB (thiametoxam); per questi prodotti non è previsto uno smaltimento delle scorte ma la vendita delle sementi trattate precedentemente alla data di revoca è consentita fino al 19 settembre 2018 e l’utilizzo fino al 19 dicembre 2018.

Per tutti gli altri prodotti è previsto a breve l’adeguamento delle etichette alle nuove disposizioni di cui vi daremo conto nel prossimo aggiornamento.

Comunicato 22 giugno 2018 Clothianidin

Comunicato 22 giugno 2018 Imidacloprid

Comunicato 22 giugno 2018 Thiametoxam

Circolare 28 giugno 2018

Miclobutanil

I prodotti Miclochem, Miclocur, Miclosh Progress, Miclosym Progress e Miclotop Progress, sono stati ri-registrati con estensione su cetriolino, carciofo, ornamentali e floreali ed eliminazione di susino e cocomero.

Decreto 28 giugno 2018 (ri-registrazione)

DISCIPLINARI REGIONALI DI PRODUZIONE INTEGRATA

Alla pagina http://www.bdfagro.it/bdf-archivi/disciplinari/disciplinari.htm sono disponibili i disciplinari 2018 delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Valle d’Aosta e Veneto.

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)

Il prodotto Ecodian CT18, a base di feromoni, è stato autorizzato per il disorientamento sessuale di Cydia fagiglandana e Cydia splendana su castagno, dal 21 giugno 2018 al 18 ottobre 2018.

Il prodotto Ibisco, a base di cos-oga, ha ottenuto l’estensione di impiego sul riso per il controllo del Brusone (Pyricularia oryzae), dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Pride Ultra, a base di fenazaquin, ha ottenuto l’estensione di impiego sulla vite ad uva da tavola contro gli acari, dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Il prodotto Trebon UP, a base di etofenprox, ha ottenuto l’estensione di impiego sul tabacco contro la nottua gialla ed i lepidotteri, dal 9 luglio al 5 novembre 2018.

Alla pagina http://www.bdfagro.it/usi-emergenza-2018.htm potete consultare una tabella riepilogativa delle autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria approvate nel 2018, ordinate per coltura, realizzata in collaborazione con Floriano Mazzini e la redazione de L’Informatore Agrario. (autorizzazioni 2017: www.bdfagro.it/usi-emergenza-2017.htm)

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili su: http://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

AGGIORNAMENTO AGROFARMACI – Novità regolatorie del 28 giugno 2018

IN EVIDENZA

Clorpirifos

Nel rispetto dei nuovi limiti massimi di residui previsti dal regolamento (UE) n. 686/2018, sono state apportare modifiche alle condizioni di impiego dei prodotti fitosanitari a base di clorpirifos in particolare sull’uva da vino con la limitazione di impiego alla sola pre-fioritura.

Decreto 4 giugno 2018 Adeguamento dell’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (UE) n. 686/2018, a base della sostanza attiva chlorpyrifos, a nome dell’Impresa Adama Italia srl.

Decreto 4 giugno 2018 Adeguamento dell’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (UE) n. 686/2018, a base della sostanza attiva chlorpyrifos, a nome dell’Impresa Adama Makhteshim Ltd.

Decreto 4 giugno 2018 Adeguamento dell’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (UE) n. 686/2018, a base della sostanza attiva chlorpyrifos, a nome dell’Impresa Arysta Lifescience Benelux Sprl.

Decreto 4 giugno 2018 Adeguamento dell’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (UE) n. 686/2018, a base della sostanza attiva chlorpyrifos, a nome dell’Impresa Cheminova Agro Italia srl.

Decreto 4 giugno 2018 Adeguamento dell’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (UE) n. 686/2018, a base della sostanza attiva chlorpyrifos, a nome dell’Impresa Cheminova A/s.

Decreto 4 giugno 2018 Adeguamento dell’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (UE) n. 686/2018, a base della sostanza attiva chlorpyrifos, a nome dell’Impresa Dow Agrosciences Italia srl.

Sali di potassio degli acidi grassi

Con la ri-registrazione, alcuni prodotti a base di sali potassici di acidi grassi (es. Flipper) hanno ottenuto diverse modifiche in etichetta tra cui si segnala: l’estensione di impiego, in serra e pieno campo, su molte colture orticole tra cui solanacee, cucurbitacee, ortaggi a foglia, fragola ed erbe aromatiche; l’estensione di impiego su pomacee, drupacee, ornamentali e vivai di piante ornamentali e forestali, giovani impianti di fruttiferi; l’estensione di impiego a tripidi e ad acari su molte colture, tra cui la vite da tavola; l’intervallo di sicurezza di 0 (zero) giorni su tutte le colture.

Decreto 11 giugno 2018 Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di sali potassici di acidi grassi, sulla base del dossier ABP-617 di Allegato III, alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (CE) n. 546/2011.

LIVELLI MASSIMI DI RESIDUI (LMR)

– REGOLAMENTO (UE) 2018/832 DELLA COMMISSIONE del 5 giugno 2018 che modifica gli allegati II, III e V del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di cyantraniliprole, cimoxanil, deltametrina, difenoconazolo, fenamidone, flubendiamide, fluopicolide, folpet, fosetil, mandestrobin, mepiquat, metazaclor, propamocarb, propargite, pirimetanil, sulfoxaflor e triflossistrobina in o su determinati prodotti Leggi qui le modifiche

DISCIPLINARI REGIONALI DI PRODUZIONE INTEGRATA

Alla pagina http://www.bdfagro.it/bdf-archivi/disciplinari/disciplinari.htm sono disponibili i disciplinari 2018 delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Valle d’Aosta e Veneto.

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)

Il prodotto Bipesco 2 GR, a base di Beauveria brongniartii Bipesco 2, è stato autorizzato per il controllo delle larve di Maggiolino (Melolontha melolontha) per pomacee e vite, dal 1 giugno 2018 al 30 luglio 2018 e dal 1 settembre 2018 al 30 ottobre 2018.

Il prodotto Epik SL, a base di acetamiprid, è stato autorizzato per il controllo di Halyomorpha halys su nocciolo, dal 13 giugno al 10 ottobre 2018.

Alla pagina http://www.bdfagro.it/usi-emergenza-2018.htm potete consultare una tabella riepilogativa delle autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria approvate nel 2018, ordinate per coltura, realizzata in collaborazione con Floriano Mazzini e la redazione de L’Informatore Agrario. (autorizzazioni 2017: www.bdfagro.it/usi-emergenza-2017.htm)

 

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili suhttp://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

AGGIORNAMENTO AGROFARMACI – Novità regolatorie del 14 giugno 2018

In evidenza: 

Fluopyram
Velum Prime: il nematocida di Bayer ha ottenuto l’estensione d’impiego su pomodoro, melanzana, peperone, cetriolo, cetriolino, zucchino, melone, cocomero, zucca, carota, patata e tabacco in pieno campo

Imidacloprid
Confidor 200 O-TEQ: l’insetticida di Bayer ha ottenuto l’estensione d’impiego sulla coltura olivo già autorizzata, per l’utilizzo contro l’avversità Dasineura oleae (Cecidomia).

DISCIPLINARI REGIONALI DI PRODUZIONE INTEGRATA
Alla pagina http://www.bdfagro.it/bdf-archivi/disciplinari/disciplinari.htm sono disponibili i disciplinari 2018 delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Valle d’Aosta e Veneto.

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)
Il prodotto Challenge, a base di aclonifen, ha ottenuto l’estensione sulla coltura della cipolla, per il diserbo di post-emergenza precoce (2- 4 foglie vere), per un periodo di 120 giorni, dal 1 giugno al 28 settembre 2018.

Il prodotto Trinet, a base di a alfa-cipermetrina, sotto forma di rete di polietilene a lunga durata, è stato autorizzato per il monitoraggio e la cattura massale degli adulti di Popillia japonica (sia maschi che femmine), per un periodo di 120 giorni, dal 31 maggio al 27 settembre 2018.

Alla pagina http://www.bdfagro.it/usi-emergenza-2018.htm potete consultare una tabella riepilogativa delle autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria approvate nel 2018, ordinate per coltura, realizzata in collaborazione con Floriano Mazzini e la redazione de L’Informatore Agrario. (autorizzazioni 2017: www.bdfagro.it/usi-emergenza-2017.htm)

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili suhttp://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

AGGIORNAMENTO AGROFARMACI – Novità regolatorie del 5 giugno 2018

LIVELLI MASSIMI DI RESIDUI (LMR)

– REGOLAMENTO (UE) 2018/687 DELLA COMMISSIONE del 4 maggio 2018 che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di acibenzolar-s-metile, benzovindiflupir, bifentrin, bixafen, clorantraniliprolo, deltametrina, flonicamid, fluazifop-P, isofetamid, metrafenone, pendimetalin e teflubenzurone in o su determinati prodotti Leggi qui le modifiche

– REGOLAMENTO (UE) 2018/685 DELLA COMMISSIONE del 3 maggio 2018 che modifica gli allegati II, III e IV del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di abamectina, birra, fluopyram, fluxapyroxad, idrazide maleica, polvere di semi di senape e teflutrin in o su determinati prodotti Leggi qui le modifiche

APPROVAZIONE EUROPEA

Gli insetticidi neonicotinoidi clothianidin, imidacloprid e tiametoxam sono stati modificati nelle condizioni di approvazione con l’introduzione della seguente limitazione: “Possono essere autorizzati solo gli usi come insetticida in serre permanenti o per la concia di sementi destinate a essere utilizzate soltanto in serre permanenti. La coltura così ottenuta deve rimanere all’interno di una serra permanente durante il suo ciclo di vita completo.” Gli Stati membri sono tenuti a modificare o revocare all’occorrenza le autorizzazioni esistenti dei prodotti fitosanitari a base di queste sostanze attive entro il 19 settembre 2018. L’eventuale periodo di tolleranza concesso dagli Stati membri a norma dell’articolo 46 del regolamento (CE) n. 1107/2009 è il più breve possibile e termina entro il 19 dicembre 2018.

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2018/784 DELLA COMMISSIONE del 29 maggio 2018 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda le condizioni di approvazione della sostanza attiva clothianidin

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2018/783 DELLA COMMISSIONE del 29 maggio 2018 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda le condizioni di approvazione della sostanza attiva imidacloprid

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2018/785 DELLA COMMISSIONE del 29 maggio 2018 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda le condizioni di approvazione della sostanza attiva tiametoxam

 

Tutti gli aggiornamenti su:  http://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

AGGIORNAMENTO AGROFARMACI – Novità regolatorie del 30 maggio 2018

Boscalid + Pyraclostrobin

Signum: il fungicida di Basf ha ottenuto l’estensione di impiego su carciofo, finocchio, sedano, porro, pisello, fagiolo, fagiolino, fava, cece, castagno, noce, pistacchio, mandorlo.

Clorpirifos-metile

Reldan LO: l’insetticida di Dow  ha ottenuto l’estensione d’impiego contro la Cimice Asiatica (Halyomorpha halys) su melo e pero (colture già autorizzate in etichetta).

Runner LO: l’insetticida di Sipcam ha ottenuto l’estensione d’impiego contro la Cimice Asiatica (Halyomorpha halys) su melo e pero (colture già autorizzate in etichetta).

Glifosate

Il Comunicato 3 maggio 2018 elenca i prodotti fitosanitari, a base della sostanza attiva glifosate, per i quali le Imprese interessate non hanno presentato istanza di rinnovo e pertanto revocati a fare data dal presente comunicato. Il periodo di tolleranza, come previsto dall’art. 46 del regolamento (CE) n. 1107/2009, non può essere superiore ai sei mesi a partire dalla data di revoca per la vendita e la distribuzione e ad un ulteriore anno per l’uso delle scorte esistenti dei prodotti fitosanitari revocati.

Rame (da solfato tribasico) + cimoxanil

Coppercim P.B., Rifle 3-18 R Blu (ex Rifle 4-24 R Blu), Rifle 3-18 R (ex Rifle 4-24 R): prodotti ri-registrati con diverse modifiche in etichetta, vedi decreto 13 aprile 2018.

Rame (da solfato tribasico) + cimoxanil

Galatas Plus, Tribase Twin: prodotti ri-registrati con diverse modifiche in etichetta, vedi decreto 3 maggio 2018.

 

DISCIPLINARI REGIONALI DI PRODUZIONE INTEGRATA

Alla pagina http://www.bdfagro.it/bdf-archivi/disciplinari/disciplinari.htm sono disponibili i disciplinari 2018 delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Valle d’Aosta e Veneto.

 

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)

Il prodotto Ibisco base di COS-OGA, ha ottenuto l’estensione di impiego su zucchino in pieno campo contro l’Oidio, per un periodo di 120 gg., dal 3 maggio al 30 agosto 2018.

Il prodotto 3Logy a base di eugenolo + geraniolo + timolo, ha ottenuto l’estensione di impiego sulla coltura del melograno e dell’actinidia per il controllo della Botrytis cinerea, per un periodo di 120 giorni, dal 18 maggio al 14 settembre su actinidia e dal 15 giugno al 12 ottobre sul melograno.

Il prodotto Dicarzol 10 SP, a base di formetanato, ha ottenuto l’estensione di impiego sugli agrumi per il controllo dei Tripide degli Agrumi (Pezothrips kellyanus., Thrips spp. Frankliniella occidentalis), per un periodo di 120 giorni, dal 3 maggio al 30 agosto 2018.

Il prodotto Spada 50 WG a base di fosmet, ha ottenuto l’estensione d’impiego su cardo e cartamo ad uso industriale, per combattere le avversità Cassia deflorata, Terellia fuscicornis e Larinus cynarae per un periodo di 120 giorni, dal 3 maggio al 30 agosto 2018.

Il prodotto Evolution, a base di pyraflufen-ethyl, l’estensione come spollonante ed erbicida del melograno, per un periodo di 120 gg., dal 3 maggio al 30 agosto 2018.

Il prodotto OS-169 a base di pyraflufen-ethyl, ha ottenuto l’estensione di impiego sulla coltura della soia per il diserbo di post-emergenza precoce contro Amaranthus retroflexus, Portulaca oleracea, Solanum nigfrum e Chenopodium album, per un periodo di 120 giorni, dal 24 aprile al 21 agosto 2018.

Il prodotto Sinbar MDF a base di terbacile, è stato autorizzato per il diserbo della menta, per un periodo di 120 giorni, dal 9 maggio al 5 settembre 2018.

Alla pagina http://www.bdfagro.it/usi-emergenza-2018.htm potete consultare una tabella riepilogativa delle autorizzazioni per situazioni di emergenza fitosanitaria approvate nel 2018, ordinate per coltura, realizzata in collaborazione con Floriano Mazzini e la redazione de L’Informatore Agrario. (autorizzazioni 2017: www.bdfagro.it/usi-emergenza-2017.htm


– Tutti gli aggiornamenti su:  http://www.bdfagro.it/bdfup_gr.htm

 

Perché il Regolamento Europeo dei fertilizzanti include anche i biostimolanti?

Il nuovo Regolamento Europeo dei fertilizzanti è finalmente in dirittura d’arrivo. Con esso, anche i biostimolanti potranno godere di una normativa comunitaria più precisa e, soprattutto, omogenea.Tractor in The Field

Ma perché i biostimolanti sono inclusi in questo regolamento?

Pur essendone chiaramente distinti, sia per il modo di azione che per le quantità di utilizzo, i biostimolanti hanno, per alcuni aspetti, effetti simili ai fertilizzanti, con cui interagiscono strettamente:

  1. Diversi biostimolanti aiutano la pianta ad assorbire sostanze nutritive, stimolando la crescita radicale.        Un effetto simile viene promosso dalla concimazione fosfatica.
  2. Alcuni biostimolanti migliorano la tolleranza della pianta agli stress abiotici (ad esempio condizioni meteo estreme). L’effetto è simile a quello che si ottiene concimando con fosforo (migliore reazione agli stress idrici o termici) e con zolfo (migliore reazione alle basse temperature).
  3. Il miglioramento della qualità è un motivo d’uso per numerosi prodotti biostimolanti; ha analogie con gli effetti di potassio e azoto nel miglioramento della qualità dei frutti o con gli effetti dell’azoto nel miglioramento delle colture foraggere a foglia.

 

 

Cosa semineranno gli imprenditori agricoli nel 2018?

Una ricerca condotta da GR Advisory, rivolgendosi a un panel di 4.000 aziende agricole, ha indagato le intenzioni di semina, i fattori che guidano le scelte, le dinamiche delle principali colture. È stata effettuata sotto forma di web survey anonima nel periodo tra il 10 gennaio e il 7 febbraio 2018.

L’articolo pubblicato su “L’Informatore Agrario” n° 7/2018, è visualizzabile qui: Indagine Agro Semina 02-2018

Biostimolanti: uno specifico know-how nella R&D

La ricerca mirata sui biostimolanti si è sviluppata in anni recenti, anche se diversi prodotti e sostanze con questo tipo di attività erano già presenti sul mercato. Basati su materie prime quasi sempre ampiamente disponibili, i biostimolanti fondano la loro efficacia, e quindi il valore aggiunto per l’utilizzatore, su rapporti di miscelazione bilanciati e modalità di somministrazione accuratamente determinate con il metodo sperimentale.

Il know how proprio di questa attività di Ricerca e Sviluppo è diventato negli anni patrimonio di quelle aziende – le Italiane in primo piano –  che hanno creduto nel settore dall’inizio (anzi, prima dell’inizio, dato che l’hanno plasmato e definito) e che ne formano oggi l’ossatura portante.

Provette

Aggiornamenti regolatori agrofarmaci, da BDF- Banca Dati Agrofarmaci

Pubblichiamo gli ultimi aggiornamenti regolatori sugli agrofarmaci.

SOSTANZE ATTIVE E PRODOTTI

Ciromazina
Con decreto 12 gennaio 2018 sono stati ri-registrati i prodotti Trigard 75 WP e Armor 75 WP a base di ciromazina con le seguenti modifiche in etichetta:

Trigard 75 WP: estensione di impiego su peperone, cetriolino, zucca e tutte le colture floreali e ornamentali; eliminazione di sedano e fungaie; variazioni delle dosi e modifica dell’intervallo di sicurezza sulle colture orticole da 14 a 3 gg.

Armor 75 WP: il prodotto ha ottenuto il rinnovo dell’autorizzazione solo sulle fungaie.

Glifosate + Diuron
Toterbane Duo è il nuovo erbicida di Diachem per il diserbo totale di vite, olivo, pomacee, agrumi e per la pulizia degli argini e arginelli delle risaie.

Penthiopyrad
Con decreto 20 novembre 2017 il prodotto Fontelis ha ottenuto l’estensione di impiego sulle seguenti colture: pesco, nettarino e albicocco per il controllo della Monilia e dell’Oidio; lattughe, dolcetta, barbarea, rucola, bietola da foglia e costa e spinacio in pieno campo per il controllo della Botrite e Sclerotina; fragola in pieno campo ed ambiente protetto per il controllo della Botrite: peperone in coltura protetta per il controllo della Botrite. Inoltre su pomodoro e melanzana in ambiente protetto è stata inserita la possibilità di effettuare due applicazioni per anno.glifosato

LIVELLI MASSIMI DI RESIDUI (LMR)
REGOLAMENTO (UE) 2017/1135 DELLA COMMISSIONE del 23 giugno 2017 che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di dimetoato e ometoato in o su determinati prodotti Leggi qui le modifiche

 

AUTORIZZAZIONI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA FITOSANITARIA (art. 53 Reg. 1107/2009)
Il prodotto Kinto, a base di procloraz e triticonazolo, ha ottenuto l’estensione d’impiego sulla coltura del riso nella concia del seme per il controllo della fusariosi, dal 12 gennaio 2018 all’11 maggio 2018.

 

Maggiori informazioni su etichetta, colture registrate, LMR sono disponibili su BDF UP, la banca dati online degli agrofarmaci autorizzati In Italia, ottimizzata per smartphone e tablet e utilizzabile sui più diffusi sistemi operativi per dispositivi mobili (Apple iOS, Android, Windows Phone, Blackberry, Symbian, etc.) dotati di schermo touch e connessione a internet. Basta un click:  http://www.bdfagro.it/

Come agiscono i biostimolanti?

I biostimolanti agiscono sulla pianta con svariate modalità, non sempre completamente descritte. In generale, si può dire che esercitano uno (o più di uno) di questi effetti:

 

  • – hanno un’azione diretta sul metabolismo primario e secondario delle piante
  • – stimolano l’attività di diversi enzimi della pianta e del suolo
  • – incrementano la produzione di ormoni e regolatori di crescita naturali (non di sintesi)
  • – migliorano l’assorbimento e/o l’efficienza di utilizzo dei nutrienti
  • – aumentano la risposta agli stress abiotici in generale (da freddo, salinità, fitotossicità erbicida) come pure agli stress derivanti da attacchi parassitari, ma non hanno azione diretta sul parassita. Migliorando la risposta generale della pianta alle avversità, possono aiutare a ridurre l’uso di agrofarmaci.

Large variety of fresh fruit and vegetables, water droplets visible at 100%.

Aggiornamento Regolatorio Novembre 2017

Riportiamo nella seguente tabella, redatta in collaborazione con BDF-Banca Dati Fitofarmaci, le principali novità dal mondo degli agrofarmaci nel mese corrente.

Oltre alle numerose ri-registrazioni di prodotti, segnaliamo che è stato registrato Spandis™, nuova miscela erbicida di post-emergenza per il mais, di Syngenta.

Maggiori informazioni su etichetta, colture registrate, LMR sono disponibili su BDF UP, la banca dati online degli agrofarmaci autorizzati In Italia, ottimizzata per smartphone e tablet e utilizzabile sui più diffusi sistemi operativi per dispositivi mobili (Apple iOS, Android, Windows Phone, Blackberry, Symbian, etc.) dotati di schermo touch e connessione a internet.  http://www.bdfagro.it/

Semine autunnali: quali le intenzioni degli imprenditori agricoli?

Quali sono le dinamiche che coinvolgono i seminativi autunnali?
Prezzi, organizzazione aziendale e andamento meteo mettono sotto pressione gli imprenditori agricoli.

Picture1

GR ADVISORY ha condotto una ricerca di mercato su un panel di 4.000 aziende agricole, indagando le intenzioni di semina, i fattori che guidano le scelte, le dinamiche delle principali colture.

La ricerca ha coperto tutto il territorio nazionale, con un campione che si è equamente distribuito tra le regioni del centro-nord (51%) e quelle del sud e isole (49%), con una maggioranza di aziende medie e grandi.

Il questionario è stato diretto a chi ha un ruolo decisionale nelle semine: nell’83% dei casi titolari di azienda agricola, in quota minore tecnici o consulenti.

La complessità colturale delle aziende intervistate è considerevole. Le scelte autunnali comprendono i diversi cereali (frumento tenero e duro, orzo, cereali minori) e le leguminose, in rotazione sia tra loro che con i seminativi primaverili, coltivati nel 57% delle aziende, e con le colture orticole (30% degli intervistati).

La dinamica delle scelte, guidata da fattori sia economici che tecnico-colturali, fa emergere tendenze piuttosto nette per le principali colture cerealicole. Se da un lato, circa il 50% dei rispondenti intende coltivare, nei cereali principali, superfici simili all’anno precedente, dall’altro si evidenziano tendenze opposte per il frumento tenero e duro.

Quali sono i fattori che guidano le scelte e orientano le intenzioni di semina?

Spesso si considera che i cerealicoltori siano stretti nella morsa tra prezzi di mercato e costi di produzione. In effetti è così, ma sorprendentemente non sono questi i fattori decisionali con il peso maggiore.

Sei un operatore agricolo, lavori per una azienda che fornisce mezzi tecnici in agricoltura?

Questa ricerca è stata pensata per aiutarti ad interpretare i trend di mercato in «real time» e pianificare al meglio la campagna.

Compila il modulo per ricevere gratuitamente il report completo.

Nome e Cognome (richiesto)

email (richiesto)

recapito telefonico (richiesto)

Azienda

Ruolo

Privacy: ai sensi del d.lgs. 30/6/2003 n. 196, dichiaro di aver letto l'informativa in materia di trattamento dei dati personali

Biostimolanti: il quadro regolatorio

Attualmente non c’è ancora una armonizzazione europea. Fino ad oggi gli Stati membri hanno manifestato punti di vista molto diversi.

agro-eu-gradvisoryIn Italia, i biostimolanti rientrano nella normativa fertilizzanti come “prodotti ad azione specifica sulle piante”.

In Germania, vengono definiti “plant strengtheners”, in Francia “stimolatori della crescita e dello sviluppo della pianta”, mentre Austria e Ungheria li classificano come “plant conditioners”.

Controcorrente rispetto a tutti gli altri, la Spagna li classifica nella categoria “altri prodotti per la difesa fitosanitaria”.

Una definizione europea condivisa è però alle porte: il nuovo Regolamento europeo sui fertilizzanti è attualmente alle fasi finali di discussione presso le Autorità Europee (Parlamento Europeo, Consiglio dell’Unione Europea, Commissione Europea).  Includerà anche i biostimolanti e se ne prospetta l’entrata in vigore nella seconda metà del 2018.

 

Banche dati agrofarmaci: necessità o optional?

Variazioni nelle colture autorizzate, nelle dosi d’uso o nei residui massimi ammessi richiedono un continuo aggiornamento da parte dei produttori agricoli. Solo banche dati in ambiente web sono in grado di veicolare in tempi brevi al mondo professionale agricolo i numerosi e frequenti cambiamenti deliberati dalle autorità regolatorie.

Una ricerca recentemente condotta dall’Osservatorio Agrobusiness di GR ADVISORY ha approfondito questa tematica e l’uso delle tecnologie digitali in agricoltura, coinvolgendo un panel di oltre 4mila imprenditori agricoli e tecnici di strutture private e pubbliche.

Nonostante i vincoli all’utilizzo degli agrofarmaci, dettati dai requisiti di commerciabilità delle produzioni agricole e dai controlli sul quaderno di campagna, più del 50% dei rispondenti dichiara di non utilizzare abitualmente una banca dati digitale (vedi tavola 1); all’interno di questo gruppo, la maggioranza si affida per gli aggiornamenti a figure tecniche private o pubbliche o semplicemente si attiene ai disciplinari di produzione (vedi tavola 2).

Tra le tecnologie correlate, emerge l’uso degli strumenti mobili come smartphone o tablet, in linea con la mobilità tipica degli operatori agricoli, e la conseguente necessità di avere applicazioni ottimizzate per questi strumenti (vedi tavola 3).

Infine, si evidenzia una crescente propensione all’utilizzo delle banche dati digitali: chi le usa continua a farne uso ed il numero degli utenti è in costante espansione. Fenomeno inevitabile in un’era che ha “rottamato” il tradizionale prontuario stampato su carta.

Se siete interessati al report completo od ad approfondimenti scrivete a: osservatorio.agro@gmail.com

Biostimolanti, la nuova frontiera?

Né fertilizzanti né agrofarmaci, i biostimolanti si sono fatti strada in agricoltura negli ultimi vent’anni, nonostante l’assenza di un quadro legislativo specifico e la mancanza di una definizione condivisa. La ragione è semplice: si sono dimostrati prodotti efficaci nella produzione agricola, che migliorano il vigore delle coltivazioni e la qualità dei raccolti.

Derivati da materiali di base eterogenei, sono accomunati da alcune caratteristiche:

– si usano a basse dosi

– hanno effetti visisbili sulla nutrizione, pur non apportando quantità significative di nutrienti

– migliorano la reazione della piante agli stress, ma non sono direttamente attivi su parassiti e malattie

 

osservatorio-agro-biostimolanti-gradvisory

Indagine sull’utilizzo delle banche dati fitofarmaci

L’Osservatorio Agrobusiness di GR ADVISORY, in collaborazione con BDF – Banca Dati Fitofarmaci, ha avviato un’indagine che si prefigge l’obiettivo di raccogliere e confrontare esigenze, metodologie e opinioni sull’utilizzo delle Banche Dati in Agricoltura.

L’indagine è aperta a tutti gli operatori del settore, la cui esperta opinione riteniamo molto importante. Tutte le risposte fornite verranno trattate esclusivamente in forma strettamente riservata e anonima; i dati verranno utilizzati in forma aggregata, pertanto non riconducibile a chi ha risposto.

A tutti partecipanti all’indagine verrà data la possibilità di avere accesso gratuito per un mese a BDF UP, l’applicativo di Banca Dati Fitofarmaci ottimizzato per smartphone e tablet.

Per partecipare basta cliccare qui.

Aggiornamento Regolatorio Luglio 2017

Riportiamo nella seguente tabella, redatta in collaborazione con BDF-Banca Dati Fitofarmaci, le principali novità dal mondo degli agrofarmaci.

Segnaliamo in particolare che è stato registrato Delegate™ WDG, un nuovo insetticida di Dow AgroSciences a base di spinetoram, molecola derivata dalla modificazione chimica di due spinosine naturali che determina una migliore attività insetticida ed una maggiore fotostabilità.

Maggiori informazioni su etichetta, colture registrate, LMR sono disponibili su BDF UP, la  banca dati online degli agrofarmaci autorizzati In Italia, ottimizzata per smartphone e tablet e utilizzabile sui più diffusi sistemi operativi per dispositivi mobili (Apple iOS, Android, Windows Phone, Blackberry, Symbian, etc.) dotati di schermo touch e connessione a internet.  http://www.bdfagro.it/

Al via l’Osservatorio Agrobusiness by GR ADVISORY

Nasce l’Osservatorio Agrobusiness, un progetto che si pone l’obiettivo di raccogliere, analizzare ed infine divulgare dati e informazioni in materia di agricoltura e mercati agricoli, con un focus sull’intera catena del valore (industria, distribuzione, utilizzatori / agricoltori e food chain).

Lo sviluppo del progetto prevede la costruzione di una rete di collaborazione ampia e strutturata con  Università, Centri di Ricerca Ricercatori e Consulenti, Partner commerciali, Aziende di settore (Agrofarmaci, Fertilizzanti, etc), Agricoltori e altri player di mercato che vorranno condividere un percorso comune di visibilità nel settore dell’agricoltura professionale.