News

Ott

Biostimolanti: il quadro regolatorio

Attualmente non c’è ancora una armonizzazione europea. Fino ad oggi gli Stati membri hanno manifestato punti di vista molto diversi.

agro-eu-gradvisoryIn Italia, i biostimolanti rientrano nella normativa fertilizzanti come “prodotti ad azione specifica sulle piante”.

In Germania, vengono definiti “plant strengtheners”, in Francia “stimolatori della crescita e dello sviluppo della pianta”, mentre Austria e Ungheria li classificano come “plant conditioners”.

Controcorrente rispetto a tutti gli altri, la Spagna li classifica nella categoria “altri prodotti per la difesa fitosanitaria”.

Una definizione europea condivisa è però alle porte: il nuovo Regolamento europeo sui fertilizzanti è attualmente alle fasi finali di discussione presso le Autorità Europee (Parlamento Europeo, Consiglio dell’Unione Europea, Commissione Europea).  Includerà anche i biostimolanti e se ne prospetta l’entrata in vigore nella seconda metà del 2018.

 


Comments are closed.